Perché investire nel nuovo Google+ (?)

Perché investire nel nuovo Google+ (?)

5 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 5 Reddit 0 StumbleUpon 0 Pin It Share 0 Email -- Filament.io 5 Flares ×

Anche se da mesi le voci sul declino e, addirittura, sull’imminente morte del social network di Big G si rincorrevano senza tregua, Google+ è più vivo che mai, e ci delizia con una una nuova grafica ancora più colorata e appariscente!

La lotta tra i colossi della comunicazione del web per accaparrarsi le simpatie degli amanti dei social evidentemente è ben viva, e con le novità introdotte a livello di funzionalità ed estetica per Google+ si prospettano nuove interessanti occasioni per le aziende che intendono promuovere il proprio brand grazie a questa piattaforma.

I cambiamenti apportati, certamente basati su osservazioni e consigli degli utenti raccolti in questi mesi di sperimentazione, hanno permesso di generare un approccio visivo più intuitivo per i naviganti: una maggiore facilità d’uso significa più persone che adottano lo strumento, e pertanto maggiori utenti che leggono i nostri post.

La notizia oggi è sempre più digitale e Google Plus, evidentemente, punta a migliorare sensibilmente l’esperienza di circolazione delle informazioni grazie a tante piccole variazioni che, se sommate, dovrebbero stimolare gli utenti a una partecipazione maggiore di quella vantata fino a oggi: non ultima infatti è l’attenzione spesa dagli sviluppatori alla visualizzazione da mobile (come è noto il trend di navigazione in rete da dispositivi portatili è costantemente in crescita), si prospetta infatti che a breve la nuova versione del social network verrà messa a disposizione di chi naviga da tablet e smartphone.

La reputazione di un brand in rete è fatta di conversazioni e legami, e G+ ci viene incontro fornendoci un nuovo look decisamente più orientato alle community e alle raccolte.

Che cosa sono? Le prime sono dei gruppi virtuali (ce ne sono su tutti i temi, dalla cucina ai viaggi, dalle auto alla scrittura e via dicendo) nei quali le persone interessate a un certo ambito possono postare aggiornamenti, scambiarsi opinioni e richieste di informazioni, le seconde sono dei raggruppamenti tematici dei nostri post che, se resi visibili a tutti, permettono al nostro pubblico di rintracciare con facilità le novità inerenti gli stessi argomenti.
Se noi fossimo un brand che produce elettrodomestici, ad esempio, potremmo creare una collection “Tecnologia” nella quale segnaliamo innovazioni tecnologiche del settore, una detta “Normative e Attualità” per segnalare news come sgravi fiscali sugli acquisti di tali beni, e via dicendo.

Le aziende che hanno bisogno di calcolare con più facilità i ritorni dalle pubblicazioni su Google+ saranno liete di apprendere che, come spiega kailashweb, sotto ogni post è possibile visionare immediatamente il numero di “+1”, commenti e condivisioni, avere quindi un riscontro più palpabile sul successo delle proprie iniziative.

La nuova impostazione vede le pagine accessibili dal pulsante in alto a destra “Tutte le pagine”, in questo modo le aziende strutturare che gestiscono più spazi potranno individuarle con facilità, rendendo più facile la comunicazione attraverso differenti voci.

Riassumendo, quindi, i principali vantaggi al momento riscontrati dalla nuova versione di Google Plus si possono considerare:

  • una grafica più accattivante e intuitiva
  • una modalità di condivisione post più mirata e facile da gestire
  • la valorizzazione di community e raccolte

Se proprio queste variazioni non ti piacciono, per il momento puoi tornare alla versione precedente, ma secondo noi con la nuova veste di questo social network hai soltanto da guadagnarci, e le novità probabilmente proseguiranno anche nei prossimi mesi: certamente ciò che vediamo oggi non resterà scolpito nella roccia, qualcosa verrà bocciato dagli utenti mentre qualcos’altro verrà apprezzato enormemente, e forse ci ritroveremo qui tra qualche settimana a fare di nuovo il punto della situazione.

E tu, cosa ne pensi? Come ti trovi con questa nuova versione di G+?

Category: Google plus

Tags:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Article by: Noi

Noi: Makkie.