analisi dati web marekting

ANALISI DEI DATI: IL FIORE ALL’OCCHIELLO DEL WEB MARKETING

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Reddit 0 StumbleUpon 0 Pin It Share 0 Email -- Filament.io 0 Flares ×

L’analisi dei dati sta diventando uno dei fattori più influenti in assoluto all’interno della strategia di web marketing: d’altra parte, sono sempre i dati a decretarne il successo o il fallimento.

Ma cos’è cambiato negli ultimi anni?
Sicuramente oggi abbiamo a disposizione software innovativi che forniscono dati di una precisione che si poteva considerare inimmaginabile fino a poco tempo fa, strumenti che permettono un tracciamento affidabile di diverse attività di web marketing, primo fra tutti Google Analytics.

L’analisi e l’interpretazione di questi dati, se messe in atto da figure professionali dedicate, forniscono insights di grande valore sia per il ricevente che per fornitore in tutte le fasi del progetto: come analisi preventiva, in itinere e a conclusione delle attività.

Sapevate che l’andamento del sito web, delle attività di Social Media Marketing, di Email Marketing e di Pay per Click Advertising sono documentate da dati in grado di delineare il ROI (Return On Investement) di ogni operazione e di monitorare il raggiungimento degli obiettivi di business? Ecco perché una ricerca condotta da Microsoft Ipsos Mori rivela che le aziende italiane in cui l’interpretazione dei dati è stata valorizzata avranno migliori aspettative di crescita nel 2017 rispetto a quelle che ancora sottostimano quest’attività.

La realizzazione di report periodici che integrino i diversi canali di web marketing utilizzati può senza dubbio far vivere un miglioramento significativo al business aziendale, ma può anche favorire un innalzamento dell’efficienza nel lavoro del team operativo, che a sua volta si potrà basare su dati concreti per ottimizzare la strategia di marketing, rendendola più performante. Naturalmente, è importante sottolineare che la mera lettura dei dati non basta: è necessaria la loro interpretazione professionale per poterli comprendere e sfruttare al meglio.

In conclusione, possiamo affermare che l’analisi dei dati inneschi una sorta di circolo virtuoso di cui beneficiano sia fornitore che cliente e sembrerebbe proprio che anche le aziende italiane se ne siano rese conto: il 66% possiede competenze e strumenti per gestire le informazioni di business e il 50% prevede di investire in data analytics. (Fonte: Microsoft Ipsos Mori).

Noi pensiamo che nel 2017 l’analisi dei dati non diminuirà la sua influenza nel mondo del web marketing, anzi, scommettiamo su un’ulteriore crescita!
Voi che ne pensate?

Category: ARCHIVIOSTRATEGY

Article by: Noi

Noi: Makkie.